Sblocca

logout

Inserisci qui sotto il codice di sblocco

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque consequat odio vel dolor volutpat et varius ligula tristique. Curabitur lacinia porttitor lorem, non venenatis massa molestie sed. Etiam nunc tellus, tempus a sagittis eu, egestas non lorem. Etiam adipiscing, turpis eu consectetur vestibulum

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque consequat odio vel dolor volutpat et varius ligula tristique. Curabitur lacinia porttitor lorem, non venenatis massa molestie sed. Etiam nunc tellus, tempus a sagittis eu, egestas non lorem. Etiam adipiscing, turpis eu consectetur vestibulum
imparosulweb

In English

Portale di risorse gratuite per chi insegna e chi studia la lingua inglese

Uno sguardo sul mondo anglofono, registrazioni audio, video, esercizi linguistici e di comprensione.

Rivista SELM - n. 1/5 2013

Rivista SELM - n. 1/5 2013

Qui trovate il Sommario e gli abstract relativi agli articoli del numero 1/5 2013 della Rivista SELM - Scuola e Lingue Moderne dell'ANILS:

SOMMARIO

Dalla Presidenza
Rinascita di SeLM. Linee programmatiche di Luisa Marci Corona, p. 2


Editoriale
It’s a shame di Gianfranco Porcelli, p. 4


Riflessioni metodologiche
The impact of Self-Information Given to Socially Intelligent Dynamic Systems (SINDYS) i.e. Classes!  by Tim Murphey, p. 6                                            
“L’agitazione giocherà di sicuro a sfavore”. Superare la prova orale in tedesco di Sylvia Fischer,  p. 10                                                                             
Applying for autonomy: stepping stones for successful learning  by Laura Nanna, p. 17 
A proposito di microlingua: il mondo del turismo di Teresa Boella e Gabriella Schiavi, p. 24

Dossier BLE - Bambini-Lingue-Europa 25  di Maria Cecilia Luise
Il Lexical Approach “è servito”: un percorso di lingua inglese in classe seconda di Ottavia Trevisan, p.29
Recensione del libro Inglese con la LIM nella scuola primaria di Raffaella Carro, Giuseppa Compagno e Francesca Panzica, a cura di Maria Cecilia Luise, p. 35
Recensione del libro Riflessioni sul plurilinguismo. Un dialogo privato su un fenomeno pubblico in espansione di Raffaele De Rosa, di Clelia Capua, p. 36


Riflessioni metodologiche
Disturbi specifici di apprendimento: la consapevolezza fonologica nell’apprendimento della lingua inglese come misura compensativa di Katia Comunello, p. 39

Le buone pratiche
Phrasal verbs: a few tips by John F. Sweeney, p. 42
Le Web 2.0: construire plutôt qu’enseigner par Anna Maria Crimi, p. 45
Lernstationen und Lernwerkstatt: una proposta di lavoro per la  scuola primaria  di Giuseppa Giangrande, p. 48                                                         
Sviluppare l’autonomia nella Language Class: un City Boardgame di Michela Gronchi, p. 52

Resoconti
Il futuro della didattica e delle tecnologie: “serious games and gamification for learning” di Evelyn Careri, p. 56
La scuola: le novità per il prossimo anno scolastico (Parma, 23-4-2013) di Lorenza Gastaldo, p.58
Concorso nazionale Donne per le donne – il futuro che vorrei di Daniela Agresta, p.62
Una selezione di novità dal convegno ITC for Language Learning di Barbara Gramegna, p. 63

ABSTRACT

Dalla Presidenza 2. ► Rinascita di SeLM. Linee programmatiche di Luisa Marci Corona

In occasione del cambiamento di co-editore, col rinnovamento della veste grafica della Rivista, la Presidente Nazionale rivolge un saluto ai lettori e “fa il punto”, sia pure brevemente, sull’impegno programmatico dell’ANILS, soprattutto per quanto riguarda progetti europei, certificazioni e meritocrazia.

Editoriale 4. ► It’s a shame… di Gianfranco Porcelli

Anche il Direttore responsabile puntualizza inizialmente alcuni aspetti del nuovo assetto di Scuola e Lingue Moderne. Il resto dell’editoriale è dedicato al commento di due volumi che mettono in primo piano le questioni di etica professionale che riguardano l'insegnante di lingue straniere, i suoi rapporti con la ricerca e i problemi di correttezza nella valutazione degli allievi.

Riflessioni metodologiche 6. ► The Impact of Self-Information Given to Socially Intelligent Dynamic Systems (SINDYS) i.e. Classes! by Tim Murphey

L’autore, noto internazionalmente per le sue proposte di didattica innovativa, illustra una visione alternativa della classe di lingue come “sistema dinamico socialmente intelligente”. I gruppi di persone possono migliorare notevolmente la loro vita se ricevono dati quantitativi e qualitativi su sé stessi. Ciò instaura dinamiche capaci di motivare e ri-motivare, fornendo stimoli per tendere a un ideale percepito come traguardo possibile.

10. ► «L’agitazione giocherà di sicuro a sfavore». Superare la prova orale in tedesco di Sylvia Fischer

E’ noto che le prove orali in lingua straniera (ma non solo in questa materia) appaiono complesse e sono generatrici d’ansia. L’autrice documenta diversi aspetti di questa realtà mediante un questionario sottoposto ad alcuni studenti universitari dopo che questi hanno sostenuto la prova orale di tedesco. L’analisi delle risposte consente di profilare un percorso di preparazione all’esame e di gestione dello stesso che sia adatto a minimizzare l’ansia da test.

17. ►Applying for autonomy: stepping stones for successful learningby Laura Nanna

L’autrice illustra un’esperienza di sviluppo dell’autonomia dell’apprendente conseguito attraverso la conduzione di un laboratorio teatrale. Attraverso esempi di dialogo di vario tipo e un adeguato lavoro di gruppo si giunge a far percepire chiaramente ciò che il testo “intende dire” al di là di ciò che esso semplicemente “dice”.

24. ► A proposito di microlingua: il mondo del turismo di Teresa Boella e Gabriella Schiavi

Il mondo del turismo, verso il quale si avviano molti studenti di istituti tecnici e professionali, si rivela particolarmente fecondo per svilupparvi moduli CLIL e attività didattiche legate in maniera diretta e coinvolgente all’ambiente della futura professione. L’attenzione non rimane rivolta alla lingua in sé ma naturalmente si estende agli elementi di cultura/civiltà che in essa trovano il loro veicolo di espressione.

Dossier BLE – Bambini-Lingue-Europa 25 a cura di Maria Cecilia Luise

29. ►Il Lexical Approach “è servito”: un percorso di lingua inglese in classe seconda di Ottavia Trevisan

Già in seconda elementare è possibile e soprattutto è produttivo espandere il lessico mediante pratiche ispirate ai principi del Lexical Approach. La valutazione degli esiti ha rivelato buoni risultati sia sul piano cognitivo che su quello della fattiva collaborazione tra scolari.

35. ► Recensione del libro Inglese con la LIM nella scuola primaria di Raffaella Carro, Giuseppa Compagno e Francesca Panzica a cura di Maria Cecilia Luise

La curatrice dell’inserto BLE presenta un volume di particolare interesse per chi dispone della LIM.

36. ► Recensione del libro DE ROSA R., 2009, Riflessioni sul plurilinguismo. Un dialogo privato su un fenomeno pubblico in espansione, di Raffaele De Rosa. a cura di Clelia Capua

In forma semplice e con esempi di vita quotidiana, il libro esplora la dimensione pubblica e quella privata del plurilinguismo, viste da un autore svizzero che ha il plurilinguismo in famiglia.

Riflessioni metodologiche 38. ► Disturbi Specifici di Apprendimento: la consapevolezza fonologica nell’apprendimento della lingua inglese come misura compensativa di Katia Comunello

Alla dislessia la rivista Scuola e Lingue Moderne ha recentemente dedicato molta attenzione. Questo lavoro si focalizza sulle difficoltà fonologiche e mostra in quali modi il ricorso a strategie multisensoriali può favorire lo sviluppo della consapevolezza fonologica e condurre l’allievo con DSA a un più alto livello di sicurezza psicologica nel parlare la lingua straniera. Le buone pratiche

43. ► Phrasal verbs: a few tips by John F. Sweeney

I verbi frasali inglesi potrebbero essere un falso problema didattico; secondo l’autore, li abbiamo anche in italiano e dovrebbero essere affrontati esclusivamente come un problema di lessico, non di grammatica – anche se si possono raggruppare in 4 tipi diversi in base al costrutto sintattico.

45. ► Le Web 2.0: construire plutôt qu’enseignerpar Anna Maria Crimi

L’autrice passa in rassegna ciò che il Web ( più specificamente, i blog e il wiki) può offrire a una didattica delle lingue straniere ad orientamento costruttivista.

8. ► Lernstationen und Lernwerkstatt: una proposta di lavoro per la scuola primaria di Giuseppa Giangrande

“L’apprendimento per stazioni” si collega al concetto di autonomia e responsabilizzazione dell’allievo. L’articolo documenta come la sperimentazione condotta in una classe siciliana abbia mostrato che l’approccio può essere efficace sin dalla scuola primaria.

52. ► Sviluppare l’autonomia nella Language Class: un City Boardgame di Michela Gronchi Un gioco da tavolo, derivato abbastanza direttamente dal classico gioco dell’oca, rappresenta il punto terminale di un percorso didattico in cui si insegna ai bambini della scuola primaria a dire in inglese come ci si muove nello spazio. Le espressioni di luogo (stato e moto) sono attivate in forma ludica assieme a vocaboli sulle professioni e sulle norme stradali.

Resoconti 56. ► Il futuro della didattica e delle tecnologie: Serious Games and Gamification for Learning di Evelyn Careri

Attraverso un rapido resoconto del 14mo Wingate Seminar sulla gamification (Londra 28 gennaio - 1 febbraio 2013) l’autrice fornisce alcuni dati essenziali per comprendere l’evoluzione attuale della glottodidattica ludica attraverso “giochi seri” oggi resi sempre più realistici dal 3D e dalle altre tecnologie avanzate.

58. ► La scuola: le novità per il prossimo anno scolastico (Parma, 23-4-2013) di Lorenza Gastaldo

Le novità a cui accenna il titolo sono quelle relative a DSA e Bisogni Educativi Speciali (BES) introdotte con la circolare n. 8 del 6.3.2013. La normativa ministeriale dà alla Sezione di Parma l’occasione per dibattere con gli esperti il tema dei BES da diverse angolazioni. Si evidenzia che chi insegna si trova di fronte a situazioni di lavoro sempre più esigenti. senza il sostegno di un’adeguata formazione e di strutture organizzative efficienti.

62. ► Concorso nazionale Donne per le donne - il futuro che vorrei di Daniela Agresta

Una scuola primaria calabrese partecipa al concorso e risulta vincitrice per la seconda volta in cinque anni.

63. ►Una selezione di novità dal convegno ITC for Language Learning di Barbara Gramegna

Nei giorni 15-16.11.2012 a Firenze sono state presentate esperienze di uso delle tecnologie dell’istruzione da parte di sperimentatori provenienti da varie parti del mondo.

File da scaricare

New publications


  • CornerstoneCompact Edition of Visions and Perspectives. A Comprehensive Course in Literature Language (PET/FCE) & Life in Britain and USATrienni e Secondaria 2° grado
    Cornerstone

    Compact Edition of Visions and Perspectives. A Comprehensive Course in Literature Language (PET/FCE) & Life in Britain and USA
    Trienni e Secondaria 2° grado

  • Culture, literature and languages
    White Spaces

    Culture, literature and languages

  • Wider PerspectivesExtended edition of Visions and PerspectivesTrienni e Secondaria 2° grado
    Wider Perspectives

    Extended edition of Visions and Perspectives
    Trienni e Secondaria 2° grado

  • English for pastry cooks and bakers
    Bake it!

    English for pastry cooks and bakers

  • Developing a business know how for future generations. Per i trienni
    Down to Business

    Developing a business know how for future generations. Per i trienni

  • Civiltà per la scuola secondaria di primo grado
    Treasure

    Civiltà per la scuola secondaria di primo grado